Vicini e distanti

Prima di accorgersi di quell'illusione che fa sentire distanti e diversi per via dei pensiero che si sostiene, allo stato di coscienza planetaria attuale ce ne vorrebbero molte di epidemie e fake news.

Mi mostrano un gruppo di persone sedute intorno a un fuoco che al posto di contrariarsi e avvilirsi tra loro su cosa dovrebbe essere vero oppure no all'interno della società in cui vivono, contemplano e condividono in silenzio il calore di una fiamma e lo scoppiettio dei ceppi che la alimentano.

La riservatezza è un dono che si conquista quando si comprende che semplici gesti silenziosi possono irradiare un energia ancor più intensa del parlare sempre anche quando non è richiesto.

Ogni senso di divisione ideologica è quello che l'ego è predisposto a portare alla luce delle coscienze che lentamente comprendono le leggi dell'equilibrio sul piano terrestre.

Imparare a "modellare" l'ego fa parte dell'evolzuione spirituale di ogni forma di energia cosciente, e per farlo è necessario lasciare andare la convinzione che sia indispensabile essere sempre capiti quando ci si esprime.

Si può comprendere mentalmente solo quello che riguarda il proprio cammino o cammini simili al proprio.

Le ideologie per quanto siano ben espresse servono a convogliare le coscienze in contenitori che coprono come pesanti nubi una luce onnipresente.

Il migliore insegnante è sempre quello che nasce dal proprio cuore per fondere l'illusione delle forme in un unica grande essenza che rende viva ogni parte di sé ...

 

 vicini e distanti intorno al fuoco avere sempre ragione la via dell'uguaglianza l'inganno dell'ego inganni mentali