La percezione dell'uno

Ogni governo finirà per estinguersi perché ogni forma di energia è destinata ad evolversi e ad autogovernarsi trovando una perfetta sintonia con altre individualità, unità dello spirito divino. La sfida consiste nell'imparare ad autogovernarsi senza nuocere al prossimo e lo si può fare solo attraverso il rispetto reciproco, e l'accettazione che pur portando strutture in apparente differenza tra loro queste hanno dei punti di connessione che formano un unica grande struttura.

Per come è strutturato il vostro sistema attuale non potrebbero esistere governi che spingono le persone alla loro libertà individuale perché sarebbe come se si autoeliminassero, considerando che sono basati piú su un servizio rivolto a pochi che a tanti.

Qualcuno potrebbe obiettare che servono strutture per il coordinamento delle attività pubbliche onde evitare il caos generale.

Vi diciamo che l'esistenza di qualsiasi struttura è in relazione al potenziale di ogni unità dello spirito.

Se cresce questo potenziale molte strutture diventano inutili. Il potenziale però può diventare pericoloso per altri, in coloro che non hanno sviluppato la benevolenza.

Di conseguenza prima che cambino le strutture è necessario che cambi la coscienza di ogni individuo.

Da quello che osserviamo, nel vostro mondo c'è ancora una certa predisposizione a percepirsi distanti gli uni dagli altri, perché ci si riconosce maggiormente nei propri ideali che in semplici gesti di comunione.

Da questo non può che scaturire una struttura che coordina queste distanze, separando ulteriormente ogni unità che si percepisce distante.

L'antidoto consiste nell'osservarsi distaccati dai propri ideali, come semplici spettatori perché altrimenti ognuno vorrà far prevalere la sua ragione, sentendosi in competizione con l'altro.

"Oh my god.. Ma se perdo i miei ideali non sarò piú me stesso!"..

Non prima di averli scrutati a fondo e vedere dove ti portano. Ripristinate le connessioni temporaneamente sospese per partecipare al gioco, ci si accorge che si può essere sia unità che pluralità. Per voi questo è un concetto difficile da comprendere perché percepite linearmente lo svolgersi di eventi che vi appaiono ben distinti e in sequenza , ma la sequenza non è tutto perché il tutto è interconnesso in modi che non immaginate.

È attraverso la comunione di intento che si può raggiungere quel potenziale in cui la libertà d'azione è rivolta a un bene comune e nessuno viene escluso per nessun motivo.

 cambiare il sistema percezione dell'uno trappola mentale