Pubblicità d'assuefazione

Il gregge non distingue se una cosa può essere nociva o meno, accetta qualsiasi cosa con il tempo se questa viene ripresentata. E' il principio dell'assuefazione da pubblicità. Accade che quando viene proclamata una fonte autorevole, per comodità non c'è più la necessità di usare il cervello, per cui tutti si affidano. Ma vi è anche un parte di persone che coglie l'utilità di mantenere in esercizio i neuroni è riflettere su quello che gli viene proposto. Per cui spesso riesce a distingue quello che può avere un potenziale costruttivo da quello che invece non ce l'ha a differenza di altri che si sono affidati ciecamente.

 pubblcità d'assuefazione coscienza di gregge l'utile e il superfluo